FESTIVAL DELLA LENTEZZA 2017

logo-lentezza

Da Venerdì 16 a Domenica 18 Giugno 2017
Colorno 

Tutte le persone hanno il diritto di essere felici,
e la felicità è l’obiettivo comune a cui tendere in quanto comunità.

Il Festival della Lentezza nasce intorno a questa Carta Costituzionale. L’ambizione degli ideatori è quella di mettere in discussione nientemeno che il nostro travagliato rapporto con il tempo, dandoci degli strumenti e delle opportunità di cambiamento possibile.

Presto. E’ ciò che ci insegnano fin da piccoli. Bisogna fare presto. Correre. Muoversi. Accelerare. Il mondo non aspetta, non ha tempo. Cresciamo accumulando ritardi, mentre un senso di colpa latente ci avvolge con una patina quasi impercettibile. La tecnologia, se usata male, non aiuta. Semmai accelera l’affanno, perché moltiplica la nostra connessione con un presente ininterrotto che non ammette, appunto, ritardi. A meno che non la si usi come un mezzo per agevolarci le incombenze quotidiane della vita, per abbattere barriere fisiche e virtuali.

Perché altrimenti il rischio è quello di perdere tutto. Perdiamo il tempo, prima di tutto. Esattamente ciò che serve per agganciarci al traino di un’esistenza felice. Proviamo a pensarci: le relazioni, il godimento delle cose terrene, la contemplazione del mondo intorno a noi. Tutto, ma proprio tutto, richiede tempo, e il tempo concede calma, serenità. Sposta l’asse terrestre della bellezza e rende degno il gioco di esserci.

Sostiene Milan Kundera come ci sia “un legame stretto tra lentezza e memoria, tra velocità e oblio”. Questo festival nasce dall’idea di restituire a noi stessi quel tempo sottratto a cui abbiamo rinunciato, un giorno alla volta. Per prenderci cura del nostro passato e immaginare con freschezza un futuro ancora tutto da scoprire.

Il Festival della Lentezza è promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi in collaborazione con il Comune di Colorno e si svolge ogni anno il terzo fine settimana di giugno presso la Reggia Ducale di Colorno (PR).

———

L’idea poetica di quest’anno ruota intorno al tema del CAMMINO.

Fare le cose con i piedi, invertendone il senso. Non più come se fosse un errore, o un atto di superficialità. Ma come azione mirata e voluta. Camminare come dichiarazione di indipendenza, come atto d’amore.

Scrive Paolo Rumiz in “Appia”: “In Italia chi va a piedi è un’anomalia… Non è la pietra che fa la via, ma l’atto ripetuto del camminare… Il cammino non è solo bosco, argine o sentiero, ma anche città, periferia, fabbrica, banlieue. Cantoniera abbandonata, cancello con la scritta ATTENTI AL CANE. Persino filo spinato, di quelli tristi e affilati che tornano di moda oggi in Europa. Il cammino si fa nel mondo, non fuori dal mondo. Comporta anche vesciche, graffi, punture di vespa, zaffate di tubi di scarico, insulti, diffidenza. E’ un’immersione, non un decollo verso altezze rarefatte”.

Inesorabilmente lenti, riconnettendoci con il nostro ritmo interiore. Perché la velocità mortifica le differenze, cancella le terre di mezzo, svilisce la bellezza di un territorio ricco di storia e di storie, come è il nostro Paese, nonostante tutto ciò che gli riserviamo ogni giorno. Andare a piedi nell’arcipelago della repubblica del nostro io, per dialogare con le nostre interiorità. Perché si cammina anche stando immobili.

Ci sono tanti modi per far muovere i piedi. C’è chi quei piedi non riesce a muoverli, chi con quei piedi ci lavora. C’è chi li usa per giocare, chi con i piedi scappa da scenari di guerra e di fame.

Fare le cose con i piedi, per riscoprire ciò che ci circonda, per riaprire gli occhi senza oblò o finestrini a far da filtro e barriera. Ed accogliere la vita a quattro chilometri all’ora.

Sosiene Socrate che “chi vuole muovere il mondo muova prima se stesso”. La nostra rivoluzione è tutta qui, in fondo: un passo alla volta, e tanti passi assieme. Al festival cammineremo, stando fermi: immagini, parole, storie, racconti. Saranno esempi concreti e visioni. Azioni. Saranno i nostri passi, le lettere di un nuovo alfabeto. Forse precario, ma comprensibile a tutti.

 

PROGRAMMA COMPLETO

ANTEPRIMA – Giovedì 15 giugno 2017
18:00 – Il difficile cammino della legalità
Incontro con Gherardo Colombo. Introduce Michela Canova, sindaco di Colorno. Modera Mariangela Guandalini.
Aranciaia
    

Venerdì 16 giugno 2017
18:00 – Sui sentieri di guerra
Mariangela Guandalini dialoga con Barbara Schiavulli e un medico di Emergency.
Sala del Trono
    
19:30 – Passi tra le memorie d’Italia
Incontro con Aldo Cazzullo. Interviene Mariangela Guandalini.
Terzo cortile della Reggia
    
21:30 – Denominazione d’Origine Popolare
L’incredibile storia dei musicisti braccianti di Santa Vittoria.
Terzo cortile della Reggia

    
Sabato 17 giugno 2017
09:30 – I colori in cucina
Laboratorio di cucina per bambini promosso da ALMA – La scuola Internazionale di Cucina Italiana. Prenotazione obbligatoria.
ALMA
    
10:00 – Fiori di Bach. Un cammino per l’Anima
Laboratorio a cura di Claudia Politi Persson.
Giardino Ducale
    
10:30 – Le parole per dirlo
Laboratorio per chi si occupa di bambini (genitori, educatori, insegnanti…), a cura di Barchetta Blu
Aranciaia
    
10:30 – Un dialogo in cammino
Riflessioni sul cammino interiore e personale di ciascuno di noi. A cura della Dott.ssa Paola Cadonici
Sala del Trono
    
11:30 – I colori in cucina
Laboratorio di cucina per bambini promosso da ALMA – La scuola Internazionale di Cucina Italiana. Prenotazione obbligatoria.
ALMA
    
12:00 – Il cammino della ricerca
Tavola rotonda per parlare di Alzheimer
Terzo cortile della Reggia
    
12:00 – I cuscini bon-bon
Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé
Primo cortile della Reggia
    
15:00 – Camminare con filosofia. Elogio della sosta e dell’errare
Lectio magistralis del Professo Duccio Demetrio. Introduce Paolo Vallicelli (LEN)
Sala del Trono
    
15:00 – Cuffiette e scarpine!
Laboratorio di cucito a cura di Cuore di maglia
Giardino Ducale
    
15:00 – I colori in cucina
Laboratorio di cucina per bambini promosso da ALMA – La scuola Internazionale di Cucina Italiana. Prenotazione obbligatoria.
ALMA
    
15:45 – Oltre la Mafia. In cammino per una sostenibilità economica, ambientale e sociale
Incontro con Giuseppe Ayala, Antonio Pignalosa (Libera Parma), Emanuele Rosso (coordinatore dei quaderni di Libera/Coop), Antonio Diana (Fondazione Mario Diana Onlus). Modera Mariangela Guandalini.
Terzo cortile della Reggia
    
16:00 – Dal libro dell’esodo
Presentazione del volume di Paolo Rumiz e Cécile Kyenge. A cura di Roberta Biagiarelli, con le fotografie di Luigi Ottani. Modera Alberto Monteverdi (LEN)
Aranciaia
    
16:00 – Prodotti e detersivi naturali
Laboratorio con Lena Tritto, a cura di Itinere Servizi Culturali.
Primo cortile della Reggia
    
16:30 – Spiazza la Piazza
Laboratorio animazione di arti circensi. Con la compagnia Circolarmente
Giardino Ducale
        
17:00 – Colori, parole e immagini a passo lento
Laboratorio di arte-terapia con Daniela Vecchi
Giardino Ducale
    
18:00 – O. M.
Performance di danza a cura di Davide Rocchi e Alessandra Cinque.
Giardino Ducale
    
18:00 – Questi giorni
Giuseppe Piccioni presenta il suo film. A seguire proiezione. Introduce Mariangela Guandalini.
Aranciaia
    
18:00 – Cammina cammina
Letture animate a cura di Galline Volanti – in collaborazione con Rizzoli Emanuelli.
Biblioteca comunale
    
19:00 – Geografia commossa dell’Italia interna
Incontro con il paesologo Franco Arminio.
Sala del Trono
    
20:00 – Scrivere un ricordo dopo l’altro
Laboratorio di scrittura con il Professor Duccio Demetrio
Giardino Ducale
        
21:30 – Gran Ballo d’Andan con l’Orchestrina di Molto Agevole
Concerto di musica e ballo – in collaborazione con lo Sponz Fest
Terzo cortile della Reggia

    
Domenica 18 giugno 2017    
09:45 – Il Piedibus del Ben Essere
Camminata salutare alla scoperta delle bellezze del territorio.
Piazza Garibaldi
        
10:00- Laboratorio di cosmesi naturale
Laboratorio con Lena Tritto, a cura di Itinere Servizi Culturali.
Primo cortile della Reggia
        
11:00 – Noi siamo il suolo, noi siamo la terra
Monologo teatrale di Roberto Mercadini.
Terzo cortile della Reggia    
    
11:00 – Calzino malandrino
Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé.
Primo cortile della Reggia    
    
11:00 – 200 anni e non sentirli. Tanti auguri bicicletta!
Biciclettata in collaborazione con La Sajetta e Fiab Parma
Piazza Garibaldi
        
12:00 – La zecca e la rosa
Presentazione del libro. Con l’autore Maurizio Maggiani e Anna Perna (LEN)
Sala del Trono
        
14:00 – Il canto del ritorno
Anteprima nazionale del documentario di Alessandro Scillitani lungo la linea di faglia, da Amatrice a Visso
Aranciaia
        
15:00 – I frutti dimenticati
Federico Taddia intervista lo scrittore Cristiano Cavina
Sala del Trono
        
16:00 – Alla ricerca di un senso
Proiezione del film e incontro con Legambiente
Aranciaia    
    
16:30 – Una valigia piena di storie per farsi coraggio
Narrazioni per bambini e famiglie a cura di Galline Volanti – in collaborazione con Rizzoli Emanuelli
Biblioteca comunale    
    
17:00 – Bolle di sapone
Laboratorio di bolle di sapone gigante, con la compagnia Circolarmente
Giardino Ducale    
    
17:00 – Ninfea da tavola
Laboratorio di riciclo creativo a cura di Nadé
Primo cortile della Reggia    
    
18:00 – Paesaggi interiori
Laboratorio di arte-terapia con Daniela Vecchi
Giardino Ducale    
    
18:30 – Una valigia piena di storie per farsi coraggio
Una valigia piena di storie per farsi coraggio. Con le Galline Volanti
Giardino Ducale
        
20:30 – Perché camminiamo? E dove andiamo?
Spettacolo teatrale con la Banda Osiris, Telmo Pievani e Federico Taddia
Terzo cortile della Reggia

 

Il cammino. Concorso letterario per opere inedite

cammino-1024x682

Il tema scelto per questa edizione del Festival della Lentezza alla Reggia di Colorno è IL CAMMINO. Ecco perché il titolo della prima edizione del nostro concorso letterario per opere inedite non poteva che essere: “Il cammino, la lentezza, il cambiamento”. Istituito dall’Associazione Comuni Virtuosi e dal Comune di Colorno è aperto a tutti. Qui di seguito il regolamento e tutte le informazioni utili per partecipare. Buona scrittura!

SCARICA IL REGOLAMENTO

Il Festival della Lentezza è promosso dall’Associazione Comuni Virtuosi in collaborazione con il Comune di Colorno (PR).

Per maggiori informazioni visita il sito ufficiale
www.lentezza.org
festivalentezza@gmail.com – Tel. +39 3346535965

 

Salva

Salva

Lascia una risposta